Maturità. Fanciullezza. Inediti poetici

Sine Pagina - Maturità. Fanciullezza. Inediti poetici
Foto di Antonella Perrotta.©Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata

di Lucrezia Lombardo

Maturità

Ho inseguito danze ch’erano sogni,
ho cercato una voce d’amore
nella devastante solitudine
di un’anima breve e torbida
che sa
che tutto è sospeso
sul nulla di un battito.

Fanciullezza

T’abbuiano gli introvati luoghi,
come non li  conoscevi
l’hai rinvenuti,
privi di voci, ricoperti di strade
dense d’erbe amare.

T’incammini tra i riarsi
ciottoli bianchi
per la via sporgente
su cui s’invetta la scolorita pieve
che guarda con distacco
alla pochezza della terra,
mentre grigia si rifionda negli usitati errori.

T’innalzi
tra i resti sentimentali e vivi
d’un passato che fece,
di questi umili spazi di verde,
domeniche d’incontri,
echi di scomposte risa,
corse irrefrenabili dei vent’anni
quand’è il futuro tutto in un’idea,
nelle promesse delle albe di campagna,
nei silenzi interminabili dei diletti amici
che sostano sullo steccato
rivolti verso il sole
che se ne va.

Io ero
tutt’assorta in te,
china ad osservar lo sguardo che rinviene,
nei vuoti luoghi,
tracce di preteriti amori,
gesti d’antiche usanze
deposte tra le colline
che attendono nude
sotto il balzo dell’incosciente vortice di rondini
rapite dall’arsura.

La tua storia
continuava a esistere nei nomi
di Ester e Alfiero,
in una casa dissestata a lato della chiesa,
tra le estive danze dei contadini,
nei passi d’un padre chino e
della donna che non s’arrendeva
al suo fianco,
negli occhi aguzzi d’un prete
che conversava in greco.

L’infanzia di chi appartiene
a ciò che non ha scelto,
l’autunno che risorge-

il mondo è chiamato a nuova vita
e a un tempo
che non conosce passato.

Lucrezia Lombardo, scrive per le riviste letterarie internazionali “Atelier Poesia”, “La Bibliothèque Italienne” ed è responsabile del blog culturale del quotidiano ArezzoNotizie. Insegna Storia e Filosofia e collabora con vari atenei come docente di Storia della filosofia contemporanea. Dal 2020 al 2022, è stata co-direttrice e curatrice della Galleria d’arte contemporanea e centro culturale polifunzionale “Ambigua” di Arezzo.
Si occupa di poesia sia come autrice, che come redattrice. Ha pubblicato:
– il saggio “L’Alunno” (Divergenze 2019), vincitore del primo premio al concorso “Nuovi Saperi”;
– le raccolte poetiche “La Visita” (L’Erudita, Giulio Perrone 2017), “La Nevicata” (Il Seme Bianco 2017), “Solitudine di esistenze” (L’Erudita, Giulio Perrone 2018), “Paradosso della ricompensa” (Eretica 2018), “Apologia della sorte” (Transeuropa 2019), “In un metro quadro” (Nulla Die 2020), “Amor Mundi” (Eretica 2021), con prefazione del poeta e regista Mauro Macario;
– la raccolta di racconti “Scusate, ma devo andare” (Porto Seguro 2020);
– il romanzo “Kinder” (Augh! 2021), finalista al “Premio Santucce e Storm 2023”;
– la silloge “Cercando il mezzogiorno” (Helicon 2021; vincitrice del primo premio, per la poesia inedita, al concorso “La Ginestra di Firenze”);
– la raccolta di racconti “Un karma distratto” (Porto Seguro 2021);
– il saggio filosofico “Due saggi dirompenti. La Repubblica delle occasioni risolutive e il processo coscienziale” (Divergenze 2022), finalista al Premio Carver 2022, sezione saggistica;
-la silloge “L’errore della luce” (Ensamble 2022, Brassotti Agency);
-il libro “Una vita di lampo. Portraits de poètes” (Eretica edizione 2023, in collaborazione con la rivista letteraria internazionale italo-francese La Bibliothèque Italienne);
-la silloge “Il gelsomino indiano” edito, in italiano e romeno, dalla casa editrice romena Cosmopoli (2023);
-curatrice del libro “Il processo artificiale” di Mariangela Miceli (Divergenze 2023);
– la silloge “La venditrice di menta” (Progetto cultura), che partecipa al Premio Viareggio Repacì e al Premio Lerici Pea e “L’approdo dei sogni” (Controluna, gruppo Il Seme Bianco – Castelvecchi);
– ha curato la silloge “Elegia Ambrosiana” (Divergenze 2021), con lo scrittore Raul Montanari;
– ha redatto l’articolo “Manifesto della nuova umanità” per la rivista “Kultural”;
– curatrice e autrice del secondo numero della rivista di scienze umane “Augeo”, titolo del numero “Oltre l’ideologia dell’emergenza”, Divergenze 2022;
-autrice, per la rivista di scienze umane “Augeo”, terzo numero, Divergenze edizioni, del saggio “Fisiologia e fortuna dei social”.
Per la sua produzione letteraria, Lombardo ha ricevuto importanti premi, riconoscimenti, menzioni d’onore e varie menzioni di merito, per prosa e poesia.

Condividi se ti è piaciuto
Chi sono

Chi sono

Mi chiamo Antonella Perrotta. Nasco in Calabria la sera che precede il Lammas da madre siciliana e padre calabrese. Osservo, ascolto, leggo, scrivo, amo la Storia e le storie, il narrare e il narrarsi, ma non sopporto il chiasso e il chiacchiericcio. Sono autrice dei romanzi Giuè e Malavuci (Ferrari Ed., 2019, 2022) e di racconti pubblicati in volumi collettanei, blog e riviste. Performer dei miei testi. Fondatrice del blog Sine pagina.
Se ti va, puoi seguirmi sui miei profili social.

antonella perrotta - Sine Pagina

Chi sono

Mi chiamo Antonella Perrotta. Nasco in Calabria la sera che precede il Lammas da madre siciliana e padre calabrese. Osservo, ascolto, leggo, scrivo, amo la Storia e le storie, il narrare e il narrarsi, ma non sopporto il chiasso e il chiacchiericcio. Sono autrice dei romanzi Giuè e Malavuci (Ferrari Ed., 2019, 2022) e di racconti pubblicati in volumi collettanei, blog e riviste. Performer dei miei testi. Fondatrice del blog Sine pagina.

Se ti va, puoi seguirmi sui miei profili social.

POST RECENTI
Torna in alto