Storie Luminose di una Calabria che fiorisce: il nuovo libro di Debora Calomino

Sine Pagina - Storie Luminose di una Calabria che fiorisce il nuovo libro di Debora Calomino

di Redazione Sine Pagina

Debora Calomino è una giovane, caparbia e promettente giornalista calabrese, nonché operatrice culturale, già autrice del saggio Visioni Turistiche, Marketing, cultura e tendenze, in cui – grazie alle  sue competenze in materia – ci ha regalato preziose riflessioni sull’importanza del “fenomeno” turismo per il territorio e per la popolazione che lo vive.

Con Storie Luminose di una Calabria che fiorisce ci conduce alla scoperta di una regione operosa e propositiva. Se è vero che in molti lasciano la Calabria per cercare fortuna e realizzazione altrove, è anche vero che ci sono persone che, in controtendenza, decidono con caparbietà di credere in un futuro migliore per questa terra e investono risorse ed energie in progetti che hanno lo scopo di farla crescere, donandole nuova linfa e nuove opportunità. E se spesso restare significa faticare il doppio, le soddisfazioni che si riescono a ottenere hanno un sapore diverso, più intenso, più dolce. Ascoltare le loro testimonianze per crederlo. Oppure leggerle in questo libro.

Storie luminose di una Calabria che fiorisce è, infatti, una raccolta di esperienze di vita di giovani calabresi che con lungimiranza hanno dato un’altra occasione alla loro terra natia, restituendo l’immagine di una Calabria virtuosa e coraggiosa che non si arrende e guarda al futuro con fiducia e determinazione.

Ventotto le storie proposte dalla Calomino.

Tra queste quella delle sorelle Praino, quella del Riso Magisa di Sibari, di Miriam Pugliese di Nido di Seta a San Floro, di Wlady Nigro, ideatore e fondatore di Calabria FoodPorn e Antonio Biafora, chef  stellato di San Giovanni in Fiore. Rappresentano diversi settori, dal turismo all’agricoltura, dalla ristorazione all’artigianato, dalla comunicazione al web marketing, tutti mestieri e professioni che coniugano passato e futuro.

Perché leggerlo?

Perché ci ricorda che non bisogna restare indifferenti, che non bisogna arrendersi mai.

Perché è un libro che oltrepassa i soliti stereotipi e incentiva a una visione più ampia della terra di Calabria.

Perché è un libro, per certi aspetti, motivazionale, visto che a ognuno dei protagonisti l’autrice, oltre a domandare quali siano i propri auspici per il futuro, ha chiesto di dare consigli ai giovani che hanno intenzione di restare e investire in Calabria.

La prefazione è stata curata da Franco Bartucci,  giornalista sempre alla ricerca di vicende che restituiscono un’immagine positiva di questa regione, per quasi quarant’anni anni a capo dell’ Ufficio Stampa dell’ Università della Calabria.

Il disegno di copertina, che rappresenta la Calabria come terra fertile da cui nascono degli anemoni, è stato realizzato da Carmen Anele, disegnatrice di San Lucido.

Storie luminose di una Calabria che fiorisce, Debora Calomino, Independently published, 2023, pagg. 137

Condividi se ti è piaciuto
Chi sono

Chi sono

Mi chiamo Antonella Perrotta. Nasco in Calabria la sera che precede il Lammas da madre siciliana e padre calabrese. Osservo, ascolto, leggo, scrivo, amo la Storia e le storie, il narrare e il narrarsi, ma non sopporto il chiasso e il chiacchiericcio. Sono autrice dei romanzi Giuè e Malavuci (Ferrari Ed., 2019, 2022) e di racconti pubblicati in volumi collettanei, blog e riviste. Performer dei miei testi. Fondatrice del blog Sine pagina.
Se ti va, puoi seguirmi sui miei profili social.

antonella perrotta - Sine Pagina

Chi sono

Mi chiamo Antonella Perrotta. Nasco in Calabria la sera che precede il Lammas da madre siciliana e padre calabrese. Osservo, ascolto, leggo, scrivo, amo la Storia e le storie, il narrare e il narrarsi, ma non sopporto il chiasso e il chiacchiericcio. Sono autrice dei romanzi Giuè e Malavuci (Ferrari Ed., 2019, 2022) e di racconti pubblicati in volumi collettanei, blog e riviste. Performer dei miei testi. Fondatrice del blog Sine pagina.

Se ti va, puoi seguirmi sui miei profili social.

POST RECENTI
Torna in alto